martedì 28 settembre 2010

Berlino 42K : Dall'Hotel alle Griglie

".. si proprio come è capitato a me.. da un giorno all'altro cominci ad avere problemi fisici di tutti i tipi e non ti riprendi più..devi rassegnarti ..si invecchia tutti ...."




Quando raccontavo di cosa mi era successo nelle ultime settimane, i commenti  erano più o meno questi...oggettivamente circostanziati dai fatti... pubalgia, astenia, stitichezza improvvisa...fino ad una serie di preoccupanti sintomi che mi hanno costretto a fermarmi proprio quando tentavo di recuperare il tempo perso nella preparazione estiva..
..serie di esami tra cui uno particolarmente "invasivo" .. (potrei pubblicare la foto del mio intestino grasso ma evito...)

L'idea di avere una gravissima malattia costringe a fare delle considerazioni profonde tra le quali spicca quella di stilare la lista delle ragazze a cui chiedere un "ultimo favore"...

Diagnosi:i valori delle analisi non sono buonissimi, ma nn hai niente di grave....apposto.

Questo succedeva i primi di settembre e i 15 giorni che mi separavano da Berlino lasciavano poco spazio alle velleità di fare una maratona aggressiva o ai miei consueti ritmi, senza lunghi,  con qualche kg di troppo ... nelle ultime gare mi avete visto tutti ...:(

Non volevo neanche andare ..ma l'idea di passare un we insieme al gruppo è stata una motivazione più forte .. almeno in 3 avranno pensato " stavolta ti batto io altro che Silvia..." (vedi Ettore, Ferdinando e Tiziano)...anzi almeno 4 .. ci stavo pure io..
Silvia avrà pensato.." vai vai che ce metti 3 ore a 40 e te sfotto pe 8 mesi de fila!!"

Fatto il preambolo preautocelebrativo vi racconto la gara..

alle 6:45 sveglia...stavolta la sera prima sono riuscito a non mangiare roba da camionista e di conseguenza a riposare... poi l'idea di non avere obiettivi cronometrici aggressivi mi rilassa...vorrei chiudere sotto la mia peggiore prestazione (3:19) ma sono cosi sicuro di riuscirci, sopratutto ho paura della mia tenuta dopo il 30° dato che nn sono mai andato oltre 21 km di Lunghissimo...

Con Ferdinando decidiamo di dividerci lo slot temporale dei tentativi di andare in bagno..io provo prima della colazione lui dopo.
Sembra facile ...ma la tensione della gara gioca brutti scherzi ... c'è chi va due volte  e poi in osservanza al detto popolare  " non c'è 2 senza 3".. pochi minuti dalla partenza ( DF ) deve andare a caccia di un bagno chimico.. o chi non riesce ad andare manco con le bombe.


..apriamo la porta della camera e nel corridoio dove troviamo Sandro e Daniele, già in tenuta da gara.. scatta la prima foto..
Ok ragazzi salite su io faccio il mio "tentativo" e vi raggiungo...

Lasciando tutti con i dubbio sull'esito dei mie sforzi... salgo al primo piano e trovo il resto del gruppo che alloggia nel mio stesso albergo ( siamo in 30 ma divisi in 4 hotel ) intento nella delicata colazione pre-maratona...uno non sa ma come comportarsi e rimane quasi sempre dell'idea di avere mangiato troppo o troppo poco..
Ragazzi mi raccomando ci vediamo con tutti  sopra la fermata della metro FREDRICHSTRASSE tra 40 minuti....
 
Usciamo dall'hotel.. PIOVE!! piove praticamante ininterrottamente da sabato pomeriggio...durerà fino a mercoledi.. anima in pace..almeno non cè il fredd di Tokio.. qua stiamo sui 12°C..


40 minuti dopo siamo sotto il ponte della ferrovia ma come era prevedibile non riusciamo ad incontrare nessuno.. 35 sms frenetici e poi decidiamo ..vabbè ci vediamo al deposito borse..incamminiamoci...per strada incontriamo il gruppo di Ettore... al telefono eravamo impazziti ...entrambi davanti l'uscita della metro, sotto il ponte della ferrovia, vicino a dei lavori in corso e a un escavatore giallo (a sinistra della foto) ...ma erano 2 posti diversi!! prima di capirlo ci abbiamo messo 10 minuti ..,,"dove sei?" .."sotto un ponte"... "io pure!".."davanti ad una scavatrice gialla.." "io pure!",,vicino alla fermata della metro " io pure!".. " si ma dove?.."davanti la scavatrice gialla" .."io pure!".. vabbè ciao .


Immersi nel flusso di maratoneti passiamo alle spalle del reichstag ci hanno raggiunto anche Paolo GentileAntongiulio Granito e Carlos Federico che non partecipano alla maratona ma sono qui insieme a noi, un bel segno  :) ci avviciniamo al cancello che immette al deposito borse...anzi alla cittadella delle borse... veramente un impresa trovare il mio ...




Rinununcio a cambiarmi vicino al deposito e  sono costretto a prepararmi alla gara sotto la pioggia.. vasellina.controllo mp3..gel energetici...OPERATIVO! anzi OPERATIVI ho perso praticamente tutti ma sono insieme a Ferdinando..

Dobbiamo ancora trovare sti benedetti depositi borse...chiediamo... la risposta è una frase in tedesco che dura 45 secondi e con varie indicazioni su incroci e cambi di direzione...ma dove mazza stanno...?!!
Decido di seguire il flusso finche vedo gente con la borsa in mano e di preoccuparmi quando sarò l'unico... Ferdinando trova e lascia il suo sacco io no in compenso troviamo Tiziano Cardelli che non avevamo ancora incontrato..
Rimango l'unico con il sacchetto in mano... forse è meglio tornare indietro.. Tiziano mi aiuta con suo inglese fluido.. ma la risposta dura ancora 20 secondi..poi 10 .. finalmente lo trovo.. beccatevi sta borsa va..anzi no aspetta ... l'ultima foto..(prima della gara)..
in bocca al lupo.. forza ragazzi!!



.... E ora alle Griglie..... ( continua )

14 commenti:

  1. ....ok!... mi sta bene tutto! ma la prima parte NO! come al solito le seghe mentali oltre quelle "fisiche" prendono il sopravvento........preciso che fermo restando la preoccupazione, credo di tutti, sul tuo stato nelle settimane precedenti, non c'è dubbio che nessuno abbia mai pensato di sfruttare questo momento per batterti(non abbiamo bisogno di questo;))ma anzi, qualcuno di noi qualche consiglio su come affrontarla te l'ha dato, ancor di piu' proponendoti un'andatura iniziale (4:50) da tenere in compagnia per terminare la maratona (visto la sfiducia che giustamente nutrivi sul tuo stato fisico) allora devo immaginare che sei stato tu a pensare "devo dare il massimo per non farmi superare da questi tre!" e cmq sia penso che un po tutti siamo stati contenti della tua reazione a questo evento anzi un motivo in piu' per dire che alla prossima "ti rumpu u culu"..... baci e abbracci frate'......(continua)

    RispondiElimina
  2. anche se ancora non capisco come c...o hai fatto,sono contentissimo della reazione che hai avuto, un segnale forte dove sei tu il primo a beneficiarne bravo luca

    RispondiElimina
  3. @Ferdinando: e?!
    @Adolfo: Grazie!

    RispondiElimina
  4. Complimenti a tutti i partecipantia berlino
    ciao giro

    RispondiElimina
  5. Complimenti a tutti i partecipanti a berlino! Siete grandi. SGP

    RispondiElimina
  6. I miei complimenti a Luca Ferdinando Federico ed Ettore(ottima tenuta del ritmo in tutta la gara) e sopratutto alle due girls Alessandra e Silvia.
    Ciao
    Daniele

    RispondiElimina
  7. anche se non ho potuto correre la maratona è stata comunque un'esperienza bellissima, tre giorni da ricordare. Un abbraccio a tutti i compagni di viaggio e di soggiorno.
    Paolo G.

    RispondiElimina
  8. Allora, comincio a sentirmi male anch'io......
    Penso di fare una TAC, RMN, analisi del sangue, delle urine, delle feci, ecografia addominale, elettromiografia, elettroencefalogramma......
    per la prossima maratona punto direttamente alle 3:10; Luca ce la posso fareeeeeee???????
    Di sicuro non punto ad avere un pettorale ROSA!!!!!!!
    ....E NON MI DIRE CHE E' UN COLORE DEL PALERMO!!

    P.S. per Luca: tu con me non devi più parlare di running!!!

    RispondiElimina
  9. E' il colore del Palermo...per averlo ho pagato 12 euro in più, però del Foggia non lo fanno...al limite usa quello del Milan....

    RispondiElimina
  10. Grazie ragazzi,
    le girls sono state massicce e incazzate!!!
    Sotto le 4h! Non ci credo ancora e per me è stata la 1° Maratona! Tutti alla 30km del Mare come minimo!
    Grazie a Tiziano e Patty per le risate e le grasse bevute nelle birrerie in qs giorni a Berlino..posso fare concorrenza anche a un inglese ;O)
    Ci si vede tutti agli allenamenti
    Ale

    RispondiElimina
  11. Ho scoperto la recente descrizione di un caso clinico analogo su questo blog:
    http://blog.leiweb.it/the-run-iodonna/2010/09/23/genova-sto-arrivando-con-fatica/

    Non vi sono dubbi in proposito: si tratta della SINDROME LUBA DELL'ITALIA MERIDIO-INSULARE.

    DIAGNOSI: descritta per la prima volta in un misterioso runner di origine siciliana, la sindrome LuBa si presenta con astenia, inappetenza, stipsi, capogiri, il tutto scatenato dalla corsa. Gli esami ematochimici e strumentali risultano negativi.

    PROGNOSI: la sindrome LuBa in genere non compromette significativamente le prestazioni in gara e tende a risolversi spontaneamente. Ciò, tuttavia, può condurre a reazioni violente da parte dei compagni di squadra, delusi dal fatto di non essere riusciti a battere l'atleta affetto, con affermazioni tipo "alla prossima ti rumpu u culu"; questo a sua volta predispone ad una maggiore competitività e può favorire un aggravamento della sintomatologia.

    TERAPIA: nei casi in cui la sintomatologia non si risolva spontaneamente, scrivere 100 volte la frase "non faccio poi così schifo", tutte le sere prima di coricarsi. Se ciò risultasse inefficace provare con la frase "sono più forte di LuBa". Se neanche così si dovesse ottenere alcun miglioramento adottare il metodo I.S., cioè correre 12 maratone in un anno: o si guarisce o si smette di correre, ma in entrambi i casi il problema è risolto!

    RispondiElimina
  12. Nella vs classifica manca Andrea, menzionato nei giudizi.

    RispondiElimina
  13. Per Ferdinando
    caro Ferdi non ti proccupare la prossima volta lo spezzo io Luca e per la delusione gli faccio fare un 'altra coloscopia!BRAVI TUTTI VOI

    RispondiElimina
  14. si cosi scendo sotto le 3 ore...

    RispondiElimina